Addobbi per l'albero di Natale: Omino pan di zenzero o GingerMan all'uncinetto

Scritto da: | mercoledì, novembre 12, 2014 15 commenti
Ecco un altro addobbo per la casa e per l'albero di Natale lavorato all' uncinetto, nella mia collezione  non poteva mancare l'adorabile "Omino pan di zenzero - GingerMan e la sua leggenda.


E' un lavoretto semplice che da molta soddisfazione, ho lavorato seguendo le Istruzioni che ho trovato   QUI    Natale Drops design
Io avevo la lana grossa, ho usato l'uncinetto n°5 e dietro ho cucito una stoffa,  se ne lavoravo due diventava troppo pesante.


Poi decoratelo come più vi piace!

                                             


E adesso, se avete voglia di leggere,  vi lascio una leggenda che ho trovato  QUI
e che vi trascrivo:

C’erano una volta una vecchina piccola piccola ed un vecchino piccolo piccolo. Alla vecchina piccola piccola venne voglia di impastare un omino di pan di zenzero. Stese la pasta e ritagliò la figura dell’omino, mise due chicchi di uva passa per occhi, mente peperite per i denti e mise della glassa sulla sua testa per fargli i capelli Poi prese l’omino e lo mise nel forno e quando sentì un buon odore, aprì la porta del forno per dare un’occhiatina e… Hoooplà!
 L’omino di pan di zenzero saltò fuori dal forno..
“Fermati! Fermati, omino di pan di zenzero!” disse la vecchina. "Voglio mangiarti!”
“No!” disse l’omino di pan di zenzero “Io posso scappare via!”
“Scappa, scappa, più forte che puoi!
Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!”
E corse via! Corse finchè fu fuori, dove vide il vecchino piccolo piccolo. Il vecchino piccolo piccolo disse, ” Fermati! Fermati piccolo omino di pan di zenzero! Io voglio mangiarti! “ Ed il piccolo omino di pan di zenzero disse: ”
 NO! Sono riuscito a scappare dalla vecchina, e posso scappare via anche da te!
 “Scappa, scappa, più forte che puoi!
 Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!”
 E corse via! Scappò finchè arrivò al porcile. Ed il maiale disse: “(Oink Oink) – - ” Fermati! Fermati, omino di pan di zenzero! Io voglio mangiarti! “ Ma l’omino di pan di zenzero disse,
 ” NO! Sono riuscito a scappare dalla vecchina piccola piccola, sono scappato via dal vecchino piccolo piccolo e posso scappare via anche da te!”
 “Scappa, scappa, più forte che puoi!
 Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!”
 E corse via! Scappò finchè arrivò ad una casa. E davanti alla casa c’era un cane. Ed il cane disse,
” FERMATI! Fermatelo stoooooooooop , fermatelo fermatelo ! Fermate il piccolo omino di pan di zenzero! Voglio mangiarlo! “Ma l’omino di pan di zenzero disse:
“NO! Sono riuscito a scappare dalla vecchina piccola piccola, sono scappato via dal vecchino piccolo piccolo e posso scappare via anche da te!”
“Scappa, scappa, più forte che puoi!
Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!”
E corse via! Scappò finchè arrivò ad un campo pieno di mucche. E le mucche dissero, ” Mooooo! Stoooooooop! Stoooooooop piccolo omino di pan di zenzero. Vogliamo mangiarti! “ Ma L’omino di pan di zenzero disse,
NO! Sono riuscito a scappare dalla vecchina piccola piccola, sono scappato via dal vecchino piccolo piccolo , da un maiale e da un cane e posso scappare via anche da te!”
“Scappa, scappa, più forte che puoi!
Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!”
 E corse via! Scappò finchè arrivò ad un fiume. E vicino al fiume c’era una volpe. La volpe disse: “Ciao piccolo omino di pan di zenzero. “ L’omino di pan di zenzero disse: “CIAO! Sono riuscito a scappare dalla vecchina piccola piccola, sono riuscito a scappare dal vecchino piccolo piccolo, da un maiale, da un cane e dalle mucche e posso scappare via anche da te!
 “Scappa, scappa, più forte che puoi! Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!” “Ma,” disse la volpe, “Io non corro mai. E poi non voglio mangiarti!” L’omino di pan di zenzero disse: “Scappa, scappa, più forte che puoi! Non potete prendermi, io sono l’omino di pan di zenzero!” La volpe disse, “Scappa quanto ti pare, Io non ti rincorrerò. Ma mi piacerebbe farti una domanda.” L’omino di pan di zenzero disse, “Cosa?” La volpe disse, “Come pensi che farai ad attraversare il fiume senza bagnarti? Io penso che se ti bagnerai ti scioglierai non credi?” L’omino di pan di zenzero non disse nulla, ma guardò il fiume pensieroso. La volpe disse, “Ho un’idea.” L’omino di pan di zenzero disse, “Quale?” La volpe disse, “Volevo attraversare il fiume a nuoto proprio adesso. Se vuoi, potresti montare sulla mia coda.” L’omino di pan di zenzero disse “OK”, e si aggrappò alla coda della volpe. La volpe cominciò ad entrare nell’acqua. Dopo pochi passi, la volpe disse, “Oh, piccolo omino di pan di zenzero. L’acqua sta diventando piuttosto profonda. Ho paura che tu ti bagni. Perchè non ti arrampichi sulla mia groppa?” L’omino di pan di zenzero guardò, e disse, “Accidenti, l’acqua sta diventando davvero piuttosto profonda”, e si arrampicò sulla groppa della volpe. Dopo qualche passo ancora, la volpe disse, “Oh, piccolo omino di pan di zenzero, l’acqua sta diventando ancora più profonda, ho paura che tu ti bagni. Perchè non ti arrampichi sul mio collo?” L’omino di pan di zenzero guardò e disse, “Accidenti l’acqua è davvero profonda”, e si arrampicò sul collo della volpe. Dopo qualche passo ancora, la volpe disse, “Oh, piccolo omino di pan di zenzero, l’acqua sta diventando sempre più profonda, ho paura che tu ti bagni. Perchè non ti arrampichi sulla mia testa?” L’omino di pan di zenzero guardò, e disse, “Accidenti, l’acqua sta diventando davvero molto profonda”, e si arrampicò sulla testa della volpe. Dopo qualche passo ancora, la volpe disse, “Oh, piccolo omino di pan di zenzero, l’acqua sta diventando davvero molto profonda, ho paura che tu ti bagni. perchè non ti arrampichi sul mio naso?” L’omino di pan di zenzero guardò e disse, “Accidenti, l’acqua è davvero molto profonda”, e si arrampicò sul naso della volpe. E la volpe fece GNAMMM! E quella fu la fine dell’omino di pan di zenzero.

 Bacioni a tutte e...alla prossima!


Post più recente Post più vecchio Home page

15 commenti :

  1. Ciao Gabry, che bello il tuo omino complimenti! Grazie per aver condiviso la leggenda, poverino però che brutta fine ha fatto! Un abbraccio :)

    RispondiElimina
  2. Cara Gabry, bellissimo il tuo omino che farà un figurone sull'albero di Natale, poi la leggenda e molto bella.
    Ciao e buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. simpatica leggenda e simpatico il tuo omino.....

    RispondiElimina
  4. E' stupendo, bravissima! Grazie per la bella leggenda.

    RispondiElimina
  5. stupendo questo omino! la leggenda è molto interessante!

    RispondiElimina
  6. bellissimo questo omino!!!
    mi piace un sacco!!!
    un abbraccio
    Paola

    RispondiElimina
  7. che bella leggenda, e povero omino!!!
    :)
    un abbraccio
    Clelia
    ps che bello il nuovo vestitino del blog!!!
    Clelia

    RispondiElimina
  8. ma che carina la leggenda anche se un po triste ....non la conoscevo ....
    li trovo adorabili questi biscotti sia in cucito che ad uncinetto come hai fatto tu ....un abbraccio e grazie delle parole ... bacioni
    giusi
    vero anch'io ho notato il cambiamento del blog ... molto bello complimenti

    RispondiElimina
  9. scegli sempre dei soggetti interessanti...!e si vede che sei molto brava ! bella anche la leggenda....baci ..Gabry

    RispondiElimina
  10. Ma anche questo lavoretto all'uncinetto è delizioso cara Gabry!
    Buon fine settimana
    Susanna

    RispondiElimina
  11. Ciao Gabry, complimenti per il bellissimo omino di pan di zenzero che hai realizzato e grazie per avere condiviso con noi la storia che hai trovato su di lui. Non c'è niente da fare, la volpe è sempre la più furba.

    RispondiElimina
  12. è UN amore....da sciogliere il cuore....glo

    RispondiElimina
  13. molto bello l'omino, bella anche la leggenda. Ciao e buona settimana.

    RispondiElimina