Latest Posts

Timidamente la natura si risveglia, vedo le prime foglioline verdi sugli alberi, i primi cespugli gialli fioriti e tante piantine di primule colorate in vendita al mercato, segno che la primavera sta arrivando.
Pensando ai fiori mi è venuta voglia di creare dei fiori all'uncinetto e mentre lavoravo,  petalo dopo petalo, e fiore dopo fiore, m'immaginavo come usarli una volta terminati.
Mi sono venute in mente diverse idee ma quella che mi è sembrata più simpatica è questa che vi propongo.
Con una saponetta ho confezionato un pacchettino usando un nastrino ed il fiore all'uncinetto, la trovo carina lasciata in bagno, magari dentro un cestino con altre saponette di colori diversi, oppure sul ripiano vicino alla bottiglietta del profumo.
Un'altra semplice idea è sistemarla nei cassetti dell'armadio per profumare la biancheria.




Il fiore all'uncinetto è facilissimo ed il materiale è veramente poco, anzi questa è l'occasione buona  per riciclare i nastrini avanzati e terminare quei pochi metri di filo di cotone.

Esecuzione:

Io ho lavorato del cotone con l'uncinetto n° 2  come vedete il fiore è piccolino, naturalmente con cotone e uncinetto di numero superiore il fiore sarà più grande.

Avviate 4 catenelle volanti e chiudetele a cerchio con un punto bassissimo.

1° giro: 4 catenelle volanti, * puntando l'uncinetto nel cerchio fate 1 punto alto, 1 catenella volante *
             ripetere da * a * per altre 4 volte; terminate con 1 punto bassissimo nella terza catenella delle
             4 catenelle eseguite all'inizio del giro.
             Otterrete 6 colonnine separate tra loro da una catenella volante.

2° giro: In ogni arco di una catenella del giro precedente lavorate:
             1 punto basso, 3 punti alti, 1 punto basso.

3° giro: Puntando l'uncinetto sul dietro del lavoro di ogni colonnina del primo giro fate:
             1 punto basso e 3 catenelle volanti.
           
4° giro: In ogni archetto di catenelle fate:
             1 punto basso, 4 punti alti, 1 punto basso.

5° giro: Puntando l'uncinetto sul dietro del lavoro di ogni colonnina del giro precedente fate:
              1 punto basso e 4 catenelle volanti

 6° giro: In ogni archetto di catenelle fate:
              1 punto basso, 2 punti alti, 1 punto altissimo, 2 punti alti, 1 punto basso.

              Chiudete il lavoro con una maglia bassissima, affrancate i fili ed il vostro fiore è fatto!

Adesso non vi resta che prendere la vostra saponetta preferita e abbellirla con nastrino e fiore.






Buon lavoro a tutte, bacioni!

Ecco le ultime due tappe del sal Jardin Privè con Federica, uno schema tranquillo, poco impegnativo e molto piacevole da ricamare.
Non ho ancora deciso come confezionarlo, ho due idee, mi piacerebbe cucire una borsa oppure incollarlo sul coperchio di una scatola, vedrò cosa m'ispira di più!





 Ciao, alla prossima!

Sono tre, uno più bello dell'altro i simpaticissimi ami-matite by Ilaria Airali, ideali per decorare e vivacizzare penne e matite.
Io ho scelto l'orsetto in quanto ho un debole per gli orsetti, ma c'è anche il coniglietto ed il gattino.


E' un'idea simpatica da regalare come pensierino alle feste di compleanno dei vostri bambini ma sicuramente sarà gradito anche da una persona adulta.
E' carinissimo da tenere anche in ufficio, così la vostra matita, se prestata ad un collega, sarà presto riconosciuta.
E poi ... questa simpatica testina toglie il vizietto di mordicchiare penne e matite.




Le spiegazioni le trovate su Ophelia Italy facili, precise e perfette come Ilaria sa sempre fare!
Buon lavoro!

Ed ecco un altro lavoro a ferri che ho fatto in questi freddi giorni


un paio di guanti senza dita che trovo molto comodi da indossare anche per guidare.


Avevo della lana avanzata del poncho così ho fatto il completino a mia figlia.


Un bacione a tutte, alla prossima!


Oggi,  Primo Dicembre, inizia il conto alla rovescia verso il Santo Natale, finalmente ho finito il calendario d'avvento così posso aprire anch'io il Primo sacchettino.



Mia figlia il mese scorso mi ha fatto una bella sorpresa, mi ha regalato il libro "Amigurumi per un magico Natale" di Airali,  uscito finalmente in italiano.
All'interno ci sono dei bellissimi progetti che mi piacerebbe fare, come primo lavoro ho scelto qualcosa di facile e poco impegnativo, i sacchettini del calendario d'avvento, poi piano piano spero di poter aggiungere qualcos'altro.



Sono facilissimi da eseguire ma nello stesso tempo bisogna fare attenzione agli aumenti e ai giri, basta una piccola distrazione per dimenticarsi un punto e poi alla fine il conto non torna e bisogna disfare tutto! A me è successo diverse volte.




E adesso vi lascio la storia sul calendario d'Avvento, io non la conoscevo e voi?

Il Calendario dell'Avvento
La tradizione del Calendario dell'Avvento è molto antica. Le mamme, nei tempi andati, preparavano delle casette con 24 finestrelle, che I bambini aprivano, una per giorno, nei 24 giorni che precedevano il Natale. In genere questa operazione avveniva la mattina, perché all'interno della finestra c'era un versetto della Bibbia, da recitare insieme. Poi un giorno un certo Gerhard Lang, a Monaco di Baviera, ebbe un'idea: continuare la tradizione di sua madre, che di anno in anno per Natale preparava calendari colorati per i suoi figli. E così decise di stampare il primo Calendario dell'Avvento. Era l'anno 1908. Questa idea ebbe un grande successo e fu ripresa da molte ditte che cominciarono a stampare calendari. Negli anni '20 il calendario ebbe un'evoluzione, sostituendo i famosi versetti con piccoli quadratini di cioccolato, uno dietro ogni finestrella. Ed oggi, ad oltre 90 anni di distanza, I Calendari dell'Avvento sono ancora decorati con piccoli cioccolatini, e accompagnano I bambini nei 24 giorni prima del Natale, mettendo alla prova I più golosi e la loro pazienza!

Bacioni a tutte, alla prossima!

Buongiorno a tutte, è da qualche settimana che ho terminato il poncho per mia figlia e volevo farvi vedere il lavoro finito.
Ho rifinito i due rettangoli prima facendo un giro di punto basso e poi con il punto gambero, li ho poi uniti lasciando 20 cm di apertura.
Il cordoncino è lavorato a tubolare con l'uncinetto, alle estemità ho attaccato i  due pon pon



e poi piano piano continuo anche a ricamare con Federica
eccomi arrivata alla terza tappa del suo Sal




Ciao a tutte, alla prossima!


Ho finito di ricamare anche la seconda tappa del Sal Jardin Privè in compagnia di Federica ed il suo gruppo di amiche su Faceebok.
Corta e piacevole, eccola!


E questo è l'insieme ricamato fino adesso.


Da un po' di giorni ho ripreso in mano un lavoro lasciato in sospeso da molti mesi, è lavorato con l'uncinetto tunisino, una nuova tecnica che mi appassiona molto.


Ancora poche righe e poi inizierò a confezionare il poncho per mia figlia.


Buona settimana a tutte, alla prossima!