Latest Posts

Buongiorno a tutti,
In questo periodo di silenzio qualcosina ho fatto, ho ricamato alcuni sacchettini a tema natalizio, lavorato a maglia scarpine da neonato e con l' uncinetto ho fatto una sciarpa a punto traforato.
Mi dispiace di non ho avuto il tempo di fotografare i prodotti finiti e di fare i relativi post ma ero in ritardo con la consegna per l'inaugurazione del mercatino della mia parrocchia.
Ho fotografato solo queste scarpine di lana da neonata/o, sono buffissime e ci tenevo a farvele vedere visto che sono in tema con il Santo Natale.
Sono le classiche e semplici scarpine dei primi mesi di vita lavorate a ferri che  regalavano le zie, nonne o vicine di casa quando nasceva un bambino.
Sono bastati alcuni fili di lana bianca, nera, marrone scuro e rossa ed ecco qua la mia versione di Rudolpf la renna dal naso rosso!



E se avete un po' di tempo leggete questa simpatica storiella di Rudolph la renna col naso rosso pubblicata da
Favole e Fantasia

C’era una volta, al Polo Nord, una piccola renna  di nome Rudolph.
Era una renna piuttosto particolare perché il suo naso non era un normale naso da renna, nero e umidiccio, ma era un enorme naso rosso luccicante come una lampadina.
Per colpa di questo nasone incredibile, tutte le sue compagne non facevano che prender in giro il povero Rudolph.
La mamma cercava di consolarlo, ma tutto era inutile: Rudolph si disperava, piangeva e preferiva starsene in disparte, piuttosto che essere deriso.
In una fredda e nebbiosa sera di Vigilia, Babbo Natale era molto preoccupato: non sapeva proprio come fare a partire con la slitta!  C’era una nebbia così densa che non si vedeva ad un palmo dal naso.
Povero me – si disperava Babbo Natale - come farò a portare i regali ai bimbi che mi stanno aspettando? Che tristezza!”
Pensieroso Babbo Natale guardò le sue renne, che lo stavano a guardare tristi e mogie e lo sguardo gli cadde su Rudolph, il cui naso per la tristezza luccicava più del solito.
All’improvviso Babbo Natale si mise a cantare e a ballare come un matto, tanto che le renne pensarono che gli fosse andato di volta il cervello. Babbo Natale aveva avuto un’idea fantastica:
“Rudolph, piccolo mio, tu stanotte guiderai la mia slitta. Il tuo nasone rosso ci illuminerà la strada come un faro nella notte!”
Rudolph non sapeva cosa rispondere, temeva di non essere in grado di condurre la slitta in giro per il Mondo.
A questo punto le compagne di Rudolph si accorsero di essere state un po’ sciocche e iniziarono a incoraggiarlo, con applausi e salti. La slitta partì e la giovane renna portò a termine il suo compito. Grazie al suo naso luminoso, illuminò la strada e Babbo Natale riuscì a consegnare i regali a tutti i bambini.
Così il simpatico Rudolph entrò nelle grazie del buon Babbo Natale, che lo accolse con sé, e le renne, che da sempre erano state 8, diventarono 9. Il grosso naso rosso dell’ultima arrivata divenne un pregio nelle fredde notti di neve e nebbia.





Con questo post chiudo l'anno 2017 ringraziandovi per i vostri gentili commenti e per le vostre visite, vi auguro con tutto in cuore Buone Feste e tanta felicità e serenità a tutti.
AUGURI AUGURI AUGURI
Ciò che conta non è fare molto, ma mettere molto amore in ciò che si fa.
Madre Teresa di Calcutta



Ecco provata per voi questa carinissima pochette all'uncinetto, la trovo utile e simpatica anche da regalare visto l'arrivo delle feste natalizie.
E' stato piacevole lavorarla, e se volete realizzarla anche voi vi mando direttamente al blog di Claudia  all'uncinetto.it  cliccate QUI per il tutorial, troverete  spiegazioni e schema da seguire.
Un bacio a tutte, alla prossima!


Ho realizzato dei sacchettini molto carini all'uncinetto che a seconda del cotone e del colore scelto possono adattarsi a diversi usi.
Io ho approfittato di questo lavoretto per finire quei pochi metri di cotone avanzato da precedenti creazioni che non sapevo come usare.
Se riempiti con fiori di lavanda li trovo adatti come profuma biancheria, si possono usare anche come piccoli contenitori per bottoni e perline, piccole bomboniere oppure come segnaposto per decorare una festosa tavola.
Sono facilissimi da realizzare, le spiegazioni le trovate QUI nel blog di Claudia all'uncinetto.it





Buon lavoro a tutte!


Buongiorno a tutti!


Mi presento, sono una rana segnalibro, molto simpatica e facile da fare




Vi tengo compagnia e vi ricordo a che pagina riprendere la lettura del libro dopo una pausa


Se volete avere anche voi una rana segnalibro  seguite Questo Video  spiegato molto bene come ha fatto Gabry


Ciao a tutte, vi auguro un buon lavoro!

Cercavo qualcosa di semplice e carino da usare come segnaposto per il giorno di Pasqua ed  ho trovato dei piccoli cestini molto simpatici lavorati all'uncinetto.
Mi sono  piaciuti subito anche perchè il video che potete trovare  QUI  è spiegato molto bene.
Come campione ho provato a farne uno, poi un altro e un altro ancora, sono facili, riescono bene e  una volta confezionati danno soddisfazione!
Nel video consigliano l'uncinetto N° 4,50 io li ho lavorati con l'uncinetto N° 4,00 infatti sono piccolini, usando filato e uncinetto più grosso saranno più capienti e riempiti con ovetti  diventeranno  un grazioso "dolce pensierino"  da regalare.





Ciao a tutte, vado a continuare la mia produzione di cestini, a presto!


Vi presento le "Magnifiche Tre" La Rossa, La Verde e La Castoro, le tre carinissime pochette che ho lavorato con dei filati di cotone di spessore diverso che mi erano avanzati, le dimensioni infatti cambiano di poco tra loro.





Le trovo tanto "coccole" da mettere in borsetta magari con dentro rossetto e specchietto, il carica batterie del telefonino, ago, filo e forbicina, e altro a seconda delle vostre esigenze.
Sono simpatiche da regalare, magari per Pasqua con dentro degli ovetti o per la festa della mamma.





La lavorazione è facile e scorrevole, ho seguito le spiegazioni  di Creatività Organizzata che  trovate QUI
Se decidete di farne una state attente "qualcuno" in famiglia potrebbe innamorarsene e "rubarvela"





Un bacio a tutte, grazie per le vostre visite, alla prossima!